A Torre a Cenaia si presenta per la prima volta al pubblico un’importante scoperta
che testimonia il legame tra l’Ordine dei Cavalieri Templari e il territorio cenaiese

Cenaia (Crespina Lorenzana, PI), domenica 29 ottobre 2017, ore 15.00 – Nella Tenuta Torre a Cenaia si terrà la presentazione al pubblico di un’importante scoperta a cura dell’Associazione Storico-Culturale “Il Cuore di Bartolomeo”: una croce incisa nei sotterranei della Tenuta, riconducibile alla presenza dell’Ordine dei Cavalieri Templari nel territorio pisano.

Domenica 29 ottobre 2017, a partire dalle 15.00, l’Associazione Storico Culturale “Il Cuore di Bartolomeo” presenterà al pubblico la recente scoperta di un’importante evidenza storica all’interno dei sotterranei della Tenuta.

Negli antichi locali che si trovano al di sotto del parco e della villa padronale della Tenuta, è stata rinvenuta una Croce delle Otto Beatitudini incisa su pietra. Il glifo, di notevoli dimensioni e di pregevole fattura, è probabilmente ascrivibile al XIV secolo e fotograferebbe un momento preciso della storia delle terre cenaiesi: quando i terreni e gli edifici allora esistenti della Tenuta, oggi proprietà delle famiglie Terzi Coppini, passarono all’Ordine dei Giovanniti subito dopo la sospensione dell’Ordine dei Cavalieri Templari. Ciò induce a credere che questa vasta proprietà fondiaria abbia fatto parte di un antico dominio templare, considerazione dall’enorme rilevanza storico-culturale per l’intero territorio della Valdera e pisano: di fatto, a oggi, ancora non si conoscono tenute propriamente “templari”; quello di Torre a Cenaia sarebbe il primo caso documentato. Di questo e di tutti gli argomenti connessi sarà discusso domenica 29 ottobre 2017, in una conferenza a cura dell’Associazione “Il Cuore di Bartolomeo” e condotta dal prof. Luigi Battistini.

Durante la giornata, oltre alla conferenza di presentazione della scoperta, sarà inoltre possibile vivere appieno l’offerta enogastronomica e turistica di Torre a Cenaia partecipando a: visite guidate nel parco e nei sotterranei, tour in carrozza all’interno dei 500 ettari della Tenuta, degustazioni di vino in cantina, pranzo e cena al Birrificio J63 o all’Osteria Pitti&Friends, animazione per bambini.